Il popolo della mia scrivania

Loading...

martedì 20 maggio 2008

-Per ricompensarvi di quanto avete fatto per me-disse Pinocchio al suo babbo-voglio subito andare a scuola!Ma per andare a scuola mi manca qualcosa...-
-Cioè?
-Mi manca l'abbecedario-
[...]
Dopo poco tornò; e quando tornò aveva in mano l'abbecedario per il figliuolo, ma la casacca non l'aveva più. Il pover uomo era in maniche di camicia e fuori nevicava.
-E la casacca, babbo?-
-L'ho venduta-
-Perchè l'avete venduta?-
-Perchè mi faceva caldo-
Pinocchio capì la risposta al volo e saltò al collo di Geppetto per baciargli tutto il viso.
[..]
GRAN TEATRO DEI BURATTINI
-Vuoi darmi quattro soldi per l'abbecedario?-
-Per quattro soldi l'abbecedario lo prendo io-
E il libro fu venduto li su due piedi. E pensare che Geppetto era rimasto in maniche di camicia per comprarlo al figliolo.

1 commento:

Marco Ennis Mariani ha detto...

bello, bravo davide!
sintesi perfetta.
"due minuti prima scomparire dal mondo che conosceva, un uomo passeggiava per le piacevoli strade dei sobborghi di Chicago recitando dei versi :-Invecchia con me!
il meglio deve ancora venire, quell'ultima parte della vita di cui la giovinezza è solo il preludio..."
ciao un abbraccio zio marco